Scrivere col fuoco

scrivfuo.jpg (19541 byte)Una semplice esperienza da intrattenimento.
Materiale occorrente:
un po' di clorato di sodio o di potassio,
dei fogli di carta.
In un piccolo becher si mettono 10 cc di acqua, si aggiunge clorato di sodio e si fa sciogliere, una volta che sia tutto sciolto se ne aggiunge un altro po' e si continua fino a che non si riesce pi¨ a scioglierne; si ottiene in questo modo una
soluzione satura del sale.
Con un pennellino si traccia su un foglio di carta un disegno usando la soluzione preparata come inchiostro.
Si fa asciugare il foglio, una volta che Ŕ ben asciutto si tocca un punto del disegno tracciato (Ŕ meglio segnare il punto con un piccolo tratto di matita prima di fare il disegno) con la brace ottenuta accendendo un bastoncino, va bene un comune stuzzicadenti.
La carta comincerÓ a bruciare lentamente senza fiamma seguendo il tracciato del disegno.
Cosa succede: il clorato di sodio, che Ŕ un energico ossidante, fornisce alla carta l'ossigeno necessario per la combustione, la carta non impregnata della soluzione del sale invece non brucia perchŔ non raggiunge la necessaria
temperatura di accensione.
Il disegno che appare nella foto Ŕ molto banale, causa le limitate capacitÓ artistiche dell'autore, lasciamo alla vostra fantasia la realizzazione di disegni pi¨ elaborati...

 

 

back.gif (2992 byte)